Get a site

Geo-storia amministrativa d'Italia: ca. 100 a.C. (repubblica romana)

spqr (1417K)

La cartina mostra la situazione amministrativa dell'Italia agli inizi del I sec. a.C., prima della Guerra Sociale (91 a.C.) e dell'attribuzione della cittadinanza romana agli Italici.

Le varie comunità assoggettate a Rome si distinguono in: territorio romano incorporato, comprese le colonie romane, alleati, colonie latine, province.

Nel Lazio ed in Campania: Sono antiche colonie latine Norba (492), Ardea (442), Circeii (393), Signia (av. 389), Setia (383), Nepet e Sutrium (383). Successive colonie latine sono Cales aurunca (334), Fregellae volsca (328), Suessa aurunca (313), Pontia volsca (313), Interamna Lirenas aurunca (312). Sono incorporati i territori di Veii etrusca (389), Capena (387), Tusculum latina (381), Ager Pomptinus volsco (358), Caere etrusca (349), Ager Falernus campano (340), Lanuvium, Aricia, Nomentum, Pedum, Fidenae, Lavinium latine (338), Velitrae (338) già colonia latina (494), Capua, Cuma, Suessula, Atella e Calatia campane (334), Fundi e Formiae volsche (334), Acerrae campana (332), Privernum volsca (329), Arpinum e Frusino volsche (303). Sono alleati i latini di Tibur, Preneste e Cora (338), i Sidicini di Teanum (333), i volsci di Fabrateria (330), i greci di Neapolis (326), i campani di Nola (313), gli alfaterni di Nuceria (308). Sono colonie romane Ostia (inizi IV sec.), Antium (338) già incorporata (467), Tarracina su suolo privernate (329), Minturnae e Sinuessa (296) su suolo aurunco già incorporato (315), Liternum e Volturnum su suolo campano, Puteoli su suolo cumano (194).

Tra i Sabelli: Sono incorporati i territori di Anagnia e Capitulum ernici (306), degli Equi e degli Equicoli (304), dei Sabini di Forum Novum (304), dei Vestini cismontani (293), del resto dei Sabini (290) e dei Pretuzi (290). Sono colonie latine Alba equa (303), Sora volsca (303), Carseoli equa (298), Hadria pretuzia (289). Sono alleati gli ernici di Aletrium, Ferentinum e Verulae (306), i Marsi, i Peligni, i Marrucini e i Frentani (304), i Vestini trasmontani (293). E' colonia romana Castrum Novum su suolo pretuzzio (283).

Nel Sannio: Sono colonie latine Saticula caudina (313), Venusia (291) già alleata (317), Aesernia pentra (263), Beneventum irpina (263). Sono incorporati i territori dell'Ager Taurasinus pentro (290), di Atina, Casinum, Venafrum, Aufidena pentre e Allifae caudina (275), di parte degli Irpini con Compsa (ca. 200). Sono alleati i restanti Pentri, Caudini e Carricini (290).

In Umbria: Sono colonie latine Narnia (299) e Spoletium (241). Sono incorporati i territori di Fulginiae, Plestia, Interamna e probabilmente anche Tadinum, Carsulae, Nuceria e Trebia (295). Sono alleati Camerinum (310), Ocriculum (308), Iguvium (295), gli altri Umbri (295), gli Umbri settentrionali (283), i Sarsinates (266).

Nel Picenum: Sono colonie latine Ariminum senona (268) e Firmum picena (264). Sono incorporati i territori dei Senoni (283) e di quasi tutti i Piceni (268) già alleati (299). Sono alleati Asculum picena (268) e Ancona greca (268). Sono colonie romane Sena (283) e Pisaurum (184) su suolo senone, Aesis (247), Potentia (184) ed Auximum (157) su suolo piceno.

In Apulia: Sono colonia latina Luceria (314) già alleata e Brundisium salentina (266). Sono incorporati Tarentum (212) già alleata (272) ed un territorio che forse comprende Salapia, Collatia e parte di Canusium (ca. 210). Sono alleati Arpi (326) e gli altri Dauni e Apuli (319-317), i Peucezi (312?), i Sallentini (266). E' colonia romana Sipontum su suolo di Arpi (189).

In Lucania: E' colonia latina Paestum (273). Sono incorporati un territorio lucano lungo la valle del Tanagro (ca. 200) e Metapontum (ca. 200). Sono alleati i restanti Lucani (298), Velia (293), Eraclea (280). Sono colonie romane Buxentum e Salernum su suolo lucano (197).

Nel Bruzio: Sono colonie latine Thurii (193) già alleata (285) e Vibo bruzia (192). Sono incorporati metà della Sila (272), Consentia e Taurianum (213), Blanda (?). Sono alleati Regium (282), Locri (277) e i restanti Bruzzi (272). Sono colonie romane Crotone (192) già alleata (282), Tempsa su suolo bruzio (192) e Scolacium su suolo bruzio (123).

In Etruria: Sono alleate Volsinii (308), Rusellae, Perusia, Arretium, Cortona (294), Tarquinii (281), Vulci (278), nonché Pisae, Volaterrae, Populonia, Vetulonia, Clusium, Faesulae (?). Sono incorporati parte di Tarquinii e Volsinii (280), parte del territorio vulcente (278), i Falisci (275) già alleati, parte di Arretium (200). Colonia latina è Cosa su suolo vulcente (273). Colonie romane sono Castrum Novum (264), Alsium (241) e Pyrgi (191) su suolo cerite, Fregenae su suolo veiente (247), Saturnia su suolo vulcente (183), Graviscae su suolo tarquiniese (181).

Nella Cisalpina: Sono alleati i Veneti (226), i Cenomani (225), gli Anari (223), gli Insubri e i popoli già da costoro dipendenti Orumbovi, Comensi, Salluvi, Vertamocori, Libici, Laevi (194), Ravenna umbra (191). Sono incorporati i Boii (191). Sono colonie latine Placentia anara (218), Cremona cenomana (218), Bononia boica (191), Aquileia venetica (181). Sono colonie romane Mutina (192) e Parma boiche (183).

In Liguria: Sono alleati Genua (ca. 250), Pisae (?), gli Ingauni (201), gli Ilvati, Irienses e Dictimuli (197), gli Intemelii (180), parte degli Statielli e dei Bagienni (173). Sono incorporati i territori di Apuani (180), Friniati (179), dei restanti Statielli e Bagienni (173), di parte dei Salassi (140). Sono colonie latine Luca già pisana (180), Dertona iria (148). Sono colonie romane Luna apuana (177), Eporedia salassa (100).